Scarica il PDF

“Me la sento di consigliarlo a chiunque”. Alessandro Gogna non ha esitazioni nell’indicare tra i suoi preferiti l’anello della Marmolada. L’anello che l’amico Alessandro racconta passo dopo passo per i lettori di Fatti di Montagna è anche un modo per conoscere da vicino la Regina delle Dolomiti attraversando scenari solo in parte compromessi dal martirio della Grande Guerra prima e del turismo poi, concludendo la cavalcata in quell’Eldorado dell’alpinismo che è la parete sud.

Tenda gialla Marmolada copia 3# Marmolada: alla corte della Regina delle Dolomiti
Mountain Wilderness è di casa sulla Marmolada dove anche Gogna, tra i “padri” dell’associazione, ha partecipato alle storiche bonifiche.

Oggi il turista, per toccare la prima neve estiva, dal Pian dei Fiacconi deve camminare molto di più che un tempo, il ritiro del ghiacciaio in questi anni non ha ancora stravolto l’immagine complessiva che la Marmolada ci tramanda da tempi ottocenteschi. Perciò il giro completo della Marmolada è e rimane una delle più grandi escursioni dolomitiche.

Si può ammirare la Regina delle Dolomiti da un numero assai elevato di località, da lontano come da vicino, però la balconata più naturale per guardare il versante ghiacciato e settentrionale è la catena del Monte Padòn, da qualsiasi delle sue vette di roccia nera e vulcanica. Per avvicinare il versante meridionale invece, una parete verticale tra le più famose e ricche di storia alpinistica, occorre proprio addentrarsi nel cuore selvaggio delle Dolomiti, tra immani ghiaioni e valloni profondi.

Il periplo della montagna è ottimamente servito da rifugi e da segnalazioni e non presenta alcuna difficoltà. Per questi motivi è un’escursione assai frequentata, che unisce i grandi spazi della prima parte (prati, ghiacciaio, lago) alle verticalità mozzafiato della seconda.

LEGGI IL TESTO COMPLETO DELL’ANELLO D’AUTORE DI ALESSANDRO GOGNA

anelli copia 1 3# Marmolada: alla corte della Regina delle Dolomiti
Gogna in parete 3# Marmolada: alla corte della Regina delle Dolomiti

L’autore

Nato a Genova il 29 luglio 1946, Alessandro Gogna vive e lavora a Milano dove vive sulle rive del Naviglio Grande con la moglie Guya Spaziani. Storico dell’alpinismo, alpinista di fama internazionale, ha al suo attivo non meno di trecento nuove ascensioni a partire dalle pareti delle Alpi Liguri e delle Dolomiti. È stato tra i fondatori di Mountain Wilderness di cui è tra i garanti, è autore di conferenze, articoli e libri sul tema della montagna e dell’alpinismo. Ha ideato alcune iniziative ambientali come Marmolada Pulita, Free K2, Proteggi il Bianco, Aquila Verde, Save the Glaciers, Levissima for Everest e la bonifica del Ghiacciaio del Baltoro per conto del Club Alpino Italiano nel cinquantennale della  conquista italiana del K2. Dalla fine del 2013 la sua creatura prediletta è GognaBlog, che quotidianamente offre sul web importanti contributi alla cultura della montagna, inserito nel carosello di Sherpa-gate di cui pure è stato l’ideatore. Per saperne di più su libri e scalate di Gogna: alessandrogogna.com

QUI TROVI LA RACCOLTA DI TUTTI I FATTI AD ANELLO PUBBLICATI

3 Giugno 2020
Condividi
MountCity

MountCity è un progetto fondato nel 2013 a Milano che si poggia sulla passione e competenza di uno staff di cittadini appassionati di montagna, all’occorrenza con il sostegno di associazioni di volontariato. La piattaforma è aperta a chiunque si offra di collaborare con la dovuta esperienza sui temi abitualmente trattati con un’attenzione particolare rivolta all’attualità della montagna e dell’outdoor.

Scheda partner