Dopo aver giocato ad immaginare il Capodanno 2052 ed essere tornati indietro con la memoria di 30 anni ecco il momento di augurarci un buon 2022. Lo facciamo a nostro modo riprendendo la breve storiella iniziata, con il capodanno 2020, quando il sito di Fatti di Montagna ancora non era on-line (o sarebbe stato poco più di un mese dopo). Per chi si fosse perso le puntate precedenti non è un problema. Ma se proprio ci tiene le trova qui:

All’Emporio degli Anni

La porta dell’Emporio degli Anni si spalancò e si richiuse subito lasciando fuori la neve soffiata dal vento. Il nostro amico anche quest’anno non ha mancato l’appuntamento per avere il suo anno nuovo. (Sì, nevicava: almeno lì possiamo immaginarci che lo faccia ogni qualvolta vogliamo.)

“Buongiorno”

“Buongiorno, ho terminato l’anno, sono venuto per quello nuovo… spero ne abbia ancora…”

“Certo ce n’è. Venite sempre tutti all’ultimo però!”

“Sì, ma… se non vengo all’ultimo lei mi dice che c’è ancora qualche giorno del vecchio che non va sprecato…”

“Bravo, vedo che inizia a capire come funziona. Soddisfatto del 2021?”

“Ma, insomma… diciamo che come le altre versioni d’anno ho riscontrato parecchi limiti”

“Vorrebbe un anno senza limiti?”

“Si puo?”

“No”

“E allora cosa me lo chiede a fare! Però è limitante avere dei limiti…”

“Ci sono tanti tipi di limiti, alcuni ci sono e basta. Capisce? Solo nelle pubblicità non esistono limiti.”

“E quindi mi prendo i limiti e basta?”

“Senta lo vuole o no questo 2022?!”

“Va bene, va bene, me lo dia. Curerò al meglio tutto ciò che i limiti mi consentiranno”

“Mi sembra una buona idea. Tenga: buona cura del 2022!”

photo 2021 12 30 22.20.08 Buon 2022!
Un augurio dal comune di Ostana (Valle Po). La foto in apertura invece è di Mirko Sotgiu
31 Dicembre 2021
Condividi
RUBRICA A CURA DI:
Luca Serenthà

Sono colui che tiene le fila di quest’intreccio di idee, contenuti e competenze che è Fatti di Montagna. In un certo senso, essendone l’ideatore potrei anche definirmi come primo (cronologicamente parlando) partner. Ci tengo che si capisca che Fatti di Montagna non è il mio blog, ma uno strumento che serve per raccontare la montagna.

Scheda partner